COSTARELLA DEI BARBIERI – da Via di Citta' a piazza del Campo

La COSTARELLA DEI BARBIERI, o più semplicemente Costarella (cioè piccola costa), è il balcone più bello su Piazza del Campo.

Secondo alcuni storici (il Guidoni, ad esempio; ma il Lusini non è altrettanto sicuro) all’imbocco della Costarella, dove già sorgeva l’antica Porta Salaria, era stabilito il Triventum, cioè il punto più antico di raccordo delle tre parti della città, o Terzi.

La denominazione della Costarella è assai remota e non è mai stata cambiata.

In un atto dell’Ospedale di Santa Maria della Scala dell’anno 1370 si trovano allogazioni fatte a tre barbieri e si parla di un fondaco ne la Costarella de’ Barbieri.

Il nome nacque dunque per la presenza su per la salitella, e nelle immediate vicinanze, di alcune barberie: così in antico si dicevano le botteghe dei barbieri, dove, oltre che radere la barba e tagliare i capelli, si esercitava pure la piccola chirurgia e si praticavano i salassi.

I negozi di barbiere stavano anche sulla via maestra, poiché il tratto di Via di Città dinanzi alla Costarella si chiamava, alcuni secoli or sono, Corso dei Barbieri.

La linea di confine della Contrada Priora della Civetta discende la Costarella dei Barbieri occupandone il lato sinistro.

Ricerca e testo di Alberto Fiorini